Belle in viaggio

Dopo aver dato una bella dritta ai maschietti per essere fighissimi anche in viaggio, è ora di pensare anche alle ragazze! Ovviamente anche gli uomini possono prendere spunto da qui, anche se dubito che siano interessati a portarsi le mille boccette indispensabili che servono a noi…

Ogni volta che devo partire, quindi fare una valigia, la parte peggiore per me è quando arriva il momento di riempire il beauty case: un dramma. Lo spazio non basta, il peso è taurino, mi scordo sempre qualcosa. Negli ultimi anni poi, con le restrizioni per il trasporto di liquidi per il bagaglio a mano la situazione è diventata più complicata, soprattutto perché è sempre più pratico viaggiare con il solo bagaglio a mano, quando si può. Anche quando imbarco la valigia in stiva, comunque, io mi porto sempre un cambio e un micro beauty nella borsa a mano, nell’eventualità che il mio bagaglio finisca al Polo Nord senza di me…

Negli anni, per snellire la valigia e non partire come la famiglia Brambilla in vacanza, ho perfezionato strategie di sopravvivenza di ogni genere per ridurre il mio beauty case senza sacrificare niente, o quasi.

     Campioncini, minitaglie & travasi

Come fare per riuscire a portarci tutti i prodotti che vogliamo, senza sforare il limite dei 100 ml, senza dedicare una valigia solo per i prodotti da bagno, e senza soccombere al peso della bellezza? Facendo scorta di prodotti in minitaglie, di campioni omaggio (una miniera!) e contenitori da viaggio da riempire con i nostri preferiti. Ovviamente questa strategia non si improvvisa, ma è frutto di una pianificazione militaresca. Il sistema con cui mi sono trovata meglio è quello di stilare una lista di quello che ci serve, dividendola in due categorie: prodotti essenziali e cose che portereste se vi avanzasse spazio.

Dopo aver deciso quali prodotti vi servono, fate per prima cosa un raid a casa tra i campioncini delle profumerie, per vedere se c’è qualcosa di utile: tralasciate i campioni in bustine, a meno che non ve ne abbiano dati tanti tutti uguali (comodissimi perché li usate e li buttate, e al ritorno viaggerete ancora più leggere), cercate i flaconcini e i tubetti. Io per esempio ho un campione di detergente Avène in bottiglietta, prodotto eccellente e quando finirà riciclerò il flacone! Anche gli idratanti spesso sono in forma di tubetto da una decina di ml, che durerà parecchi giorni.

Ok, qualcosa avete trovato. Quello che manca lo dovremo cercare tra le minitaglie in vendita nelle profumerie e nella grande distribuzione. Acqua & Sapone ha un reparto dedicato, l’OVS ha dei cestoni con tantissimi prodotti in formato da viaggio. Sephora fa una serie di prodotti da viaggio abbastanza fornita. Creme per il corpo, mini dentifrici, deodoranti, troverete facilmente la maggior parte dei prodotti. I monodose HQ sono una salvezza, ricordiamoceli. Andate e colpite.

Ci sarà, infine, qualche elemento mancante all’appello, o per mancanza di materia prima o per nostra scelta: lì entrano in gioco barattolini, flaconi e contenitori vari da riempire con i prodotti che usiamo tutti i giorni.

Questa è la mia lista personale; ovviamente ognuno aggiungerà e toglierà a piacimento per creare la propria lista perfetta.

     1. Gli indispensabili
alcuni prodotti si possono sacrificare. Altri davvero sono necessari

– Latte detergente, struccante occhi e tonico: scordatevi le salviette struccanti. Eliminatele. Sono il male. Fanno malissimo. Armatevi di pazienza e struccatevi anche in viaggio, la pelle vi ringrazierà. Il tonico sta bene nel flacone con lo spruzzino, praticissimo e piacevole alla fine della pulizia.

– Shampoo e balsamo: uso lo shampoo anche al posto del bagnoschiuma per risparmiarmi un flacone.

– Crema corpo: mi raccomando, mai senza. Va bene che lo scopo della vacanza è riposarsi, ma non è il caso di trascurarsi. Si può usare anche come crema mani e piedi.

– Crema viso: per me l’idratante è una faccenda delicata, quindi prendo un barattolino e lo riempio con le mie creme da giorno e da notte. Oppure uso le creme che regala l’Alitalia in business class.

– Contorno occhi: essendo confezioni molto piccole porto semplicemente quello che uso quotidianamente.

– Deodorante: se non vi fidate di un deo sconosciuto, prendete il vostro in formato roll-on, sono più piccoli.

– Dentifricio: perché portare un tubone quando se ne trovano di piccolissimi in giro? Io adoro quelli della Marvis. I dentifricini dei kit da borsetta hanno quasi tutti un sapore che non mi piace.

– Profumo: per me rientra tra gli essenziali, non posso stare giorni e giorni senza profumo, mi sento come se mi mancasse un pezzo. Prima usavo sempre i campioncini, ora la mia amica G mi ha regalato un atomizzatore da viaggio fighissimo che vi consiglio di procurarvi.

     2. Se mi avanza spazio:
se ci sono bene, se non ci sono non piangerò

– Crema mani: io la reputo immancabile, talmente tanto che ne tengo (almeno) una sempre in borsa. Se me ne entra un’altra in valigia però è meglio. L’Occitane fa formati mini sia della crema mani che di quella per i piedi.

– Crema piedi: in viaggio si cammina molto, la sera in hotel sarà bello massaggiarci i piedini con una crema specifica: saremo più in forma il giorno dopo!

– Shampoo secco: dopo il mio elogio dell’altro giorno, non rimane altro da dire.

– Lacca: per quelle che, come me, sono spettinate croniche, è veramente comoda. Insieme allo shampoo secco salva molte situazioni.

– Maschera capelli: l’aria secca degli aerei, l’acqua troppo calcarea, il clima… ho detto abbastanza. A volte il balsamo non basta.

– Maschera viso: idem per il viso, a volte il normale idratante non è sufficiente a salvarci la faccia. HQ, Montagne Jeunesse o Nivea, su questo c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

– Scrub: se c’è uno spazietto…

     3. Quelle cose assurde che nessuno pensa a portare ma sono utilissime:
fuori categoria, ma vi giuro che servono

– salviettine imbevute di acetone: le migliori che abbia mai provato sono di Muji, perché sono a base oleosa: non si seccano nel tempo e non rovinano le unghie.

– sapone per lavare i vestiti: non è esattamente un elemento da beauty, ma ci potete lavare i pennelli da trucco, oltre che i vestiti.

Non ho segnato nelle liste il burro cacao perché lo tengo sempre nella borsa a mano, e se lo spostamento è lungo anche una confezione mini di acqua termale, per evitare di arrivare disidratata a fine viaggio.

Consigli sparsi ma comunque utili:

– Mai portare confezioni di vetro, travasare qualunque cosa in contenitori di plastica.

– Chiudere con il nastro adesivo tutto ciò che si può aprire in valigia, anche se l’avete chiuso benissimo. Dopo aver inondato una valigia di soluzione salina per lenti a contatto ho imparato la lezione.

– Se i liquidi sono troppi, cerchiamo i prodotti in versione solida: shampoo, balsamo e addirittura dentifricio, per non parlare del profumo o degli idratanti corpo.

– Scrivete cosa avete messo nei flaconi travasati, giusto per distinguere (ahem) lo shampoo dal latte detergente. I pennarelli per CD sono perfetti, e si possono cancellare con un cotton fioc imbevuto di alcool.

– Procuratevi un beauty case trasparente, sempre per i regolamenti sui controlli di sicurezza. E poi non c’è niente di più noioso di frugare tra mini boccette. Sephora e Muji ne fanno in abbondanza.

– Quando passate per l’aeroporto, infilatevi al duty free per una sessione di spalmaggio gratis e la ricerca di altre mini confezioni da aggiungere alla collezione.

– I dischetti struccanti non sono indispensabili perché sia il latte che lo struccante per gli occhi si possono applicare con i polpastrelli, ma se proprio non vi va, procuratevi dei foglietti di cotone.

– Preparate il beauty case e mettetelo da parte: quando dovrete fare la valigia lo dovrete solo tirare fuori dal vostro armadietto, infilarci uno spazzolino da denti e buttarlo in valigia con un ghigno di superiorità.

Buon viaggio!

— malvidia

4 Pensieri su &Idquo;Belle in viaggio

    • Perché quelle salviette non struccano bene, e a lungo andare ti faranno spuntare punti neri e brufoletti a profusione! Se hai la pelle mista poi non ti dico…
      Cos’è che non porti della prima lista? Io al massimo potrei abbandonare il tonico, ma tutto il resto MAI!😀

  1. In effetti la mattina spesso ho gli occhi a panda, però dipende dalle salviette e dalla voglia che ho (a volte mi strucco in macchina mentre torno a casa…….)
    Per quanto riguarda la lista, dipende molto da dove vado e quanto tempo sto, comunque in linea di massima non porto tonico e latte detergente, crema corpo, contorno occhi, profumo, dentifricio uso quello del moroso😀

  2. Noooo ma come fai? Io se anche solo una sera non mi strucco con il latte detergente sono destinata ad avere almeno un brufolo in faccia…
    In pratica quando parti ti porti shampoo, balsamo, deodorante e crema per il viso E BASTA??? Come fai???

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...