Unghie fragili, integratori e miracoli

Malvi ha le unghie fragili.

Fragili tipo cristallo: se le guardi troppo intensamente, si rompono. Peggio ancora, si sfaldano. Si sfaldano persino quando sono corte, rasate a zero, si sfalda la parte rosa.

Ho le unghie sottilissime e morbide, capita che l’unghia mi si pieghi all’indietro senza rompersi, un dolore che non vi dico (poi si sfalda, ovviamente)… Il problema mi si presenta molto di più in inverno che in estate, nei mesi invernali non riesco proprio a farmi crescere le unghie; in estate/autunno va un po’ meglio, ma rimangono comunque di una delicatezza estrema. Negli anni ho provato una lunga serie di rimedi che avevo cercato o mi venivano proposti, di cui vi faccio un breve riassunto:

  • smalto rinforzante anti-sfaldature
  • olio di melaleuca perché mi avevano detto che le sfaldature erano dovute ad una micosi
  • impacchi serali di olio d’oliva e limone (mi sentivo un’insalata)
  • Biomineral, ho provato unghie, topico e plus
  • Bioscalin
  • Trind Nail repair
  • Trind Keratin treatment, religiosamente mattina e sera
  • Rinforzante Avon di cui non trovo più il nome, un liquidino azzurro in una boccetta tipo smalto

Questi sono quelli che mi vengono in mente su due piedi, ma ogni smalto rinforzante, crema, olio nutriente che avesse sembianze di efficacia è stato sistematicamente testato. Alcuni hanno dato qualche risultato, altri nulla. Quello di Avon le sbiancava e mi sembrava che le facesse crescere più velocemente, il Biomineral mi ha donato una chioma sanissima e folta ma le unghie non le ha degnate di uno sguardo, gli smalti rinforzanti e l’olio d’oliva… Bah. Oltre alla scoperta che la cosa migliore è far respirare le unghie senza smalto non è che abbiano concluso granché.

Ho passato anni a litigare con le unghie. E pensare che io amo tanto mettermi lo smalto, avere le mani in ordine e le unghie curate. Vabbè che anche le unghie corte sono carine curate, ma vuoi mettere le unghie lunghe quanto sono belle? Anche se il mio concetto di lungo è alquanto relativo: 3-4 mm di bianco per me sono il massimo, oltre non vado, sia per motivi pratici che estetici: le unghie artigliose sono scomode e non mi donano. Eppure, non riesco ad avere nemmeno quei pochi millimetri.

I giorni del mio trasloco hanno fatto del male fisico alle mie povere unghie, non che fossero in gran forma, ma un po’ di bianco già si vedeva: sono bastati un paio di giorni tra scatoloni, valigie e pulizie per azzzerarle… Avendo un super matrimonio all’orizzonte, mi sono attrezzata per salvare il salvabile, ed è accaduto il miracolo.

Il miracolo si presenta nella forma di un integratore preso in farmacia alla modica cifra di 15 €. Si chiama Tricolab ed è prodotto dall’azienda Laboratorio della Farmacia. Nella confezione ci sono 50 capsule, e la farmacista mi ha consigliato di prenderne una al giorno, anche se sulla confezione c’è scritto di assumerne due. Ancora prima di finire la confezione, i risultati sono evidenti: le mie unghie sono cresciute e sono molto più forti di prima! Sono sempre sottili e sono ancora morbide, ma nonostante mi si sia piegata un’unghia, nonostante abbia sbattuto le mani svariate volte e abbia anche lavato i piatti senza guanti (non fatelo! fa malissimo!) non ho sfaldature, rotture nè segni di cedimento, se vogliamo escludere il fatto che una è più corta perchè l’ho affettata insieme alle carote. E comunque non s’è disintegrata! È ricresciuta!

il miracolo

Perdonate la foto artigianale, l’ho fatta con lo smartphone, ed è un’impresa fare le foto con una mano sola, maledetto pulsante virtuale di scatto.

Ancora non so se questo risultato sarà mantenuto con l’arrivo dell’inverno, o se invece la mia battaglia ricomincerà uguale a prima. Per ora, comunque, continuo a prendere questo integratore per mantenere i risultati raggiunti e consolidarli. Nel frattempo sfoggio smalti e mi rimiro le mani. Che soddisfazione!

— malvidia

Smalto Pupa in regalo! Per davvero

Come ho raccontato qui la Pupa ha dato il via ad un’interessante iniziativa: stampando un coupon dalla loro pagina di Facebook si avrà in omaggio uno smalto!

Nonostante le prime disavventure, ieri sono tornata al mio Acqua & Sapone ed effettivamente mi hanno dato in omaggio lo smalto che volevo, tra tutti quelli presenti in negozio. Non c’era una selezione di colori da cui pescare, si può scegliere liberamente! Ho scelto il n. 721, Metal Green, che a me sembra più un grigio-azzurro. Il colore è cangiante e interessante:

https://i1.wp.com/media.pupa.it/allegati/2375721_big_86210.jpg

Sono molto contenta! 10 e lode alla Pupa!

— malvidia

Seche Vite – seconde (e terze) impressioni

Caro Seche Vite,

non ci siamo.

Ti ho cercato ovunque e ti ho voluto fortemente, ma ora che finalmente sei mio, mi deludi così. Lo smalto bordeaux della Sinful Colors che ho messo sabato, domenica aveva già una sbeccatura sul pollice destro, un graffio profondo sull’indice, e in generale appariva opaco e rovinato, consumato sulle punte nonostante al momento le mie unghie siano cortissime.

Avrei potuto pensare che fosse colpa dello smalto, anche se finora mi ero trovata bene; invece ieri sera ho scoperto che anche lo smalto grigio messo venerdì sui piedi ha una sbeccatura, proprio sull’alluce. Ribadisco che non ho fatto niente di impegnativo in questi giorni, ho portato sempre scarpe chiuse e non ho avuto lezione di ballo (può succedere che tra un passo e l’altro a me e al Prof si intreccino un po’ i piedi… con conseguenze sul mio smalto).

In generale, l’unica cosa positiva è che lo smalto si asciuga molto in fretta, questione di minuti e anche gli strati più spessi sono al sicuro. Però… Il resto non va per niente bene.

Ora ho cambiato lo smalto alle mani, ho messo il Nude it! di Essence, nella mia curiosità di provare l’effetto delle mannequin nails, e ho deciso di darti un’altra chance per dimostrarmi che sei degno di tutte le recensioni positive che ho letto per anni.

Perché, per ora, proprio non ci siamo. Se vorrai convincermi ad abbandonare il mio Whoosh! dovrai lavorare molto di più.

Sinceramente,

— malvidia

Pupa regala uno smalto!

Per festeggiare i centomila fan su Facebook, Pupa ha lanciato un’iniziativa molto carina, che secondo me sarà molto gradita: diventando fan della pagina Facebook di Pupa Milano si potrà stampare un coupon per avere in omaggio uno smalto nel punto vendita di propria scelta. La promozione è davvero generosa, ed è valida da oggi 13 febbraio fino al 27 di questo mese.Ho comunque il sospetto che la scelta di colori sia limitata… Speriamo che non si trovi solo il giallo senape.

Io oggi ho stampato il coupon e mi sono precipitata a ritirare lo smalto all’Acqua & Sapone vicino a casa mia, ma non sapevano niente! Che delusione.

Devo dire che il direttore della filiale è stato gentilissimo ed efficiente, ha chiamato subito il suo capo area per informarli e mi ha detto che mi farà avere notizie domani.

Ovviamente domani ripasserò con i coupon di amiche e parenti… Chi sono io per dire di no ad uno smalto regalato?

— malvidia

Sono stata taggata!

[Tag] Me, my nails and I

 La cara Nadeshiko mi ha taggato in un giochino sugli smalti… Non posso esimermi dal partecipare!
Potrei dipingerci un quadro…
  1. Quanti smalti hai?
    Li ho appena contati per rispondere a questa domanda. Sono pochi. Solo 69.
  2. Dove li conservi?
    In un contenitore Ikea Komplement, di quelli grandi, che al momento deborda. In effetti sto pensando ad una nuova sistemazione ma sono a corto di idee.
  3. Qual è il primo smalto che tu abbia mai comprato?
    Uno smalto trasparente, non saprei di che marca ma sicuramente trasparente.
  4. Qual è l’ultimo?
    Proprio oggi il Seche Vite.
  5. Qual è la tua marca di smalti preferita?
    Perchè limitarsi ad una, con tutti i colori che ci sono in giro?
  6. Uno e un solo smalto preferito per ogni categoria:
    Base:Salon System 3 in 1
    – Top Coat:Salon System Whoosh
    Rosa: OPI Passion
    – Fuxia: Un Layla di cui non si legge pià il numero. Me l’ha regalato l’estetista perché mi piaceva un sacco.
    – Nude: Catrice n. 030 My café au lait at Notre Dame
    – Arancio: Kiko n. 280
    – Rosso: Cambia periodicamente, al momento Deborah Shine Tech n. 13
    – Marrone: Bourjois So Laque n. 09 Brun Laque
    – Viola: Debby Color Play n. 108
    – Blu: Essence Nail Art Twins n. 07 Chuck
    – Verde: OPI Jade is the New Bllack
    – Grigio: Kiko n. 326
    – Categorie sparse: vado pazza per il color aragosta/corallo del Deborah Shine Tech n. 27 (che però forse è fuori produzione) e sempre Shine Tech, il n. 03 è il perfetto smalto chiaro che fa le unghie lucenti e naturali.
  7. Finish preferito (qui, guida segnalata da Mix and Match)
    Senza dubbio colori laccati (chiamati creme nella guida) senza glitter o altre “interferenze” nel colore. Quasi tutti i miei smalti sono laccati.
  8. Unghie naturali, unghie finte o ricostruite?
    Naturali, senza dubbio. Trovo che le unghie ricostruite siano troppo artificiali, si nota troppo che sono finte, anche quando sono ben fatte. Le unghie finte le ho comprate poco tempo fa ma non le ho ancora messe, visto anche che fino ad oggi non avevo la colla. Non ho ancora un’opinione al riguardo, penso che per una serata possano essere divertenti, comunque non le userei tutti i giorni. La mia amica che le ha comprate insieme a me le ha messe ed erano abbastanza naturali, il che mi fa ben sperare.
  9. Effetti speciali (shatter, magnetic) o nail art?
    No, no, e solo sugli altri. Alcune nail art mi piacciono molto, ma non le vedrei sulle mie unghie. Però appena mi crescono un po’ le unghie proverò la manicure ombrè.
    Usi dei prodotti di trattamento per la salute e/o la bellezza delle tue unghie?
    Dal trattamento alla keratina della Trind, a olii per cuticole di ogni marca e modello, non mi faccio mancare nulla. Le unghie in disordine mi danno i nervi.
  10. Nails for beginners: cosa non dovrebbe mancare nel beauty di una principiante?
    Una lima non troppo abrasiva, un bastoncino di legno d’arancio, un olio per cuticole, una crema idratante mani e unghie, e uno smalto trasparente, solvente senza acetone e cotone. Tutto il resto è davvero superfluo (e io amo il superfluo!)

Passo la palla a:

Profumissima
Smalto Italiano
Mai senza smalto

Sono proprio curiosa di conoscere le loro risposte! E soprattutto il numero di smalti!

— malvidia